Redazione

Redazione

5 motivi per comprare CBD, il cannabidiolo miracoloso

Sicuramente hai già sentito parlare del CBD e forse sai già di cosa si tratta.

Ma potresti comunque chiederti perché dovresti comprare olio di CBD online? Come ti aiuterà? Quali sono i benefici?

Con la recente legge sulla coltivazione della canapa, sempre più italiani si sono finalmente avvicinati al mondo del CBD e sono alla ricerca di prodotti di alta qualità come infiorescenze e olii al CBD.

I prodotti CBD stanno diventando sempre più popolari negli ultimi anni specialmente tra le persone adulte poiché i i benefici per la salute e il benessere sono molteplici.

Ma prima di entrare nei dettagli legali del CBD, è importante capire che il CBD legale proviene dalla canapa e non dalla marijuana.

Sia la canapa che la marijuana sono tipi di piante di cannabis. La marijuana è ricca di THC e la canapa è ricca di CBD. La principale differenza tra THC e CBD è che il CBD non è psicoattivo, ciò significa che non ti farà sballare e non avrai nessun effetto sulla mente.

Ecco 5 motivi per cui dovresti acquistare CBD

1. Il CBD è una molecola olistica

Le forme olistiche di trattamento sono spesso indicate come forme alternative di farmaci che hanno fatto passi avanti in tutte le aree degli studi scientifici.

Il CBD sta guadagnando molta popolarità perché è un rimedio naturale che ha molti utilizzi.

Proprio come altri farmaci olistici, il CBD considera l’intera persona – mente, corpo, emozioni e spirito, nel tentativo di ottenere salute e benessere ottimali.

Il CBD agisce in modo dinamico e completo a seconda della posizione nel corpo e nel cervello, nonché della situazione. Il CBD ha molti benefici fisiologici e generalmente agisce per promuovere l’omeostasi (equilibrio); abbassando la pressione sanguigna, riducendo l’infiammazione e “uccidendo” le cellule tumorali attraverso vari meccanismi anti-angiogenici e apoptotici.

In definitiva, il CBD è come la meditazione e lo yoga del mondo molecolare; cercando di tirarti indietro verso il centro, assicurandoti più equilibrio dall’interno, a seconda di ciò di cui la tua mente e il tuo corpo hanno bisogno.

Ecco alcuni dei vantaggi quotidiani dell’utilizzo del CBD:

Favorisce un sonno ristoratore
Combatte lo stress
Aiuta a regolare la produzione di sebo
Diminuisce l’incidenza del diabete
Fa bene alla salute del cuore
Possiede proprietà antitumorali
Esistono diversi modi in cui il CBD può essere aggiunto al tuo regime di benessere. Uno dei modi più semplici e comuni è l’ingestione di olio di CBD per via orale.

2. Il CBD attiva il sistema endocannabinoide (ECS)

Il nostro organismo contiene un sistema biologico noto come sistema endocannabinoide (ECS).

Recentemente, gli scienziati hanno scoperto che l’ECS svolge un ruolo vitale nel corpo per aiutare a produrre una sensazione generale di benessere.

Come forse già saprai, il corpo contiene molti recettori diversi che reagiscono in modo diverso a seconda delle cose a cui esponiamo il nostro corpo.

Ad esempio, quando consumiamo la caffeina, agisce come un antagonista del recettore dell’adenosina, stimolando questi recettori invece di lasciarli riposare. In altre parole, se consumi caffeina, il tuo corpo reagisce di conseguenza.

Questo è il motivo per cui molte persone affermano di non poter “svegliarsi” fino a quando non hanno bevuto il caffè mattutino.

Il nostro corpo reagirà in modo diverso a seconda delle sostanze a cui è esposto. L’ECS non è diverso. Il caffè si lega ai recettori dei cannabinoidi che si trovano in tutto il cervello, nel sistema nervoso centrale e nel sistema periferico. In poche parole, quando si consuma il caffè, il motivo per cui ci si sente “svegli” e pronti ad affrontare la giornata è che la caffeina si lega a questi recettori.

L’ECS lavora insieme al CBD legandosi ai reattori pertinenti nel corpo. Ciò si traduce nell’attivazione dell’ECS e il CBD fornisce i risultati desiderati.

Quando acquisti CBD, non stai solo acquistando un altro prodotto per la salute; ti stai effettivamente preparando ad attivare un sistema di recettori dormienti e, cosa più importante, un sistema che è piuttosto vantaggioso quando stimolato.

3. Il CBD è un potente antinfiammatorio

Gli studi hanno scoperto che il CBD è 20 volte più forte come antinfiammatorio dell’aspirina e due volte più forte dell’idrocortisone da prescrizione.

Il CBD agisce legandosi a recettori specifici presenti nel sistema immunitario e nel cervello di una persona. Uno di questi recettori è noto come recettore CB2, che svolge un ruolo nel sistema immunitario gestendo l’infiammazione e il dolore.

Si pensa che, quando il CBD entra nel corpo, possa attaccarsi ai recettori CB2. In alternativa, potrebbe indurre il corpo a produrre i propri cannabinoidi naturali che si legheranno ai recettori CB2. In ogni caso, gli scienziati ritengono che il CBD influenzi il modo in cui i recettori rispondono ai segnali che ricevono, il che forse aiuta a ridurre l’infiammazione e il dolore.

Poiché l’infiammazione è tecnicamente una “risposta immunitaria”, è importante che qualsiasi composto utilizzato come trattamento si concentri sul recettore CB2 per ridurre l’infiammazione. Sebbene il CBD non sia l’unico composto di cannabis che attiva il recettore CB2, è il più abbondante.

Forse gli studi più intriganti condotti sulla relazione tra CBD e infiammazione hanno riportato che è la più forte di tutte le opzioni antinfiammatorie, eliminando la forte concorrenza di vitamina C, Omega-3 e vari antiossidanti. Mentre diversi composti all’interno della cannabis possono aiutare a ridurre l’infiammazione, il CBD è probabilmente il più efficace.

Uno studio significativo è stato condotto sui topi presso l’Imperial College di Londra, che ha riferito che il CBD possiede potenti proprietà antinfiammatorie. Ad esempio, quando i topi hanno ricevuto 5 mg di CBD, l’infiammazione è stata ridotta fino al 50%. Un altro studio condotto nel 2011 e pubblicato sul Free Radical Biology and Medicine Journal ha esaminato l’impatto del CBD sull’infiammazione causata dallo stress ossidativo, concludendo che il CBD era efficace e riduceva anche il rischio di disfunzione e danni agli organi.

4. Il CBD è legale e sicuro da usare

La legalità della cannabis è una questione piuttosto complessa e confusa, quindi potrebbe sorprendervi sapere che il CBD è completamente legale. Questo potrebbe essere particolarmente scioccante se la marijuana è illegale nel tuo stato. Voglio dire, come può un composto che proviene dalla marijuana essere legale e ampiamente disponibile? L’olio di CBD è legale in tutti i 50 stati e in molti paesi del mondo perché non contiene THC. Il THC è il composto dell’erba che provoca effetti psicoattivi, ma il CBD è del tutto non psicoattivo. THC e CBD sono cannabinoidi della stessa pianta, ma hanno effetti molto diversi sull’utente.

Per molti anni, la gente pensava che il THC fosse il cannabinoide responsabile dei numerosi vantaggi dell’utilizzo della marijuana medica. Ma negli ultimi anni, i ricercatori hanno scoperto che ci sono altre sostanze utili nella pianta di cannabis. Il CBD è, ovviamente, uno di questi.

Il CBD è legalmente raccolto dalla pianta di canapa. La canapa è una varietà della pianta di cannabis che ha livelli molto alti di CBD e poco o nessun THC. Questo è il motivo per cui la canapa è legale per crescere ovunque, con pochi avvertimenti. In passato, la canapa veniva utilizzata per produrre vestiti, mangimi per animali, carta e altro ancora.

Oltre ad essere legale, il CBD è anche intrinsecamente sicuro da usare. Finora tutte le ricerche indicano che è improbabile che causi danni; tuttavia, si consiglia comunque cautela. Come con qualsiasi farmaco, dovresti consultare un medico prima di assumere qualcosa di nuovo. Devi stare attento alle allergie e alle possibili interazioni farmacologiche, in particolare se stai usando le statine, un tipo di farmaco per abbassare il colesterolo che interagisce con il frutto del pompelmo. Tuttavia, non si ritiene che il CBD abbia effetti collaterali fatali o avversi, soprattutto se confrontato con i farmaci.

5. Il CBD verrà sempre di più utilizzato

I ricercatori hanno riferito che il CBD ha mostrato grandi promesse come rimedio naturale per aiutare le persone a rilassarsi e distendersi. Attraverso molti anni di studi ravvicinati, gli scienziati hanno scoperto che il CBD colpisce i recettori 5-HT1A e i recettori endocannabinoidi.

I recettori 5-HT1A controllano i livelli di serotonina nel cervello e nel corpo, mentre i recettori endocannabinoidi controllano i livelli di energia e stress tra le altre cose. Entrambi questi tipi di recettori influenzano il livello corporeo di una varietà di importanti neurotrasmettitori che controllano i livelli di ansia, umore e stress.

Di conseguenza, il CBD ha dimostrato in numerosi studi di influenzare positivamente l’umore, il sonno, l’irritabilità, il comportamento emotivo, la paura e lo stress, tra le altre cose. Per qualcuno che sta semplicemente cercando di portare più pace e calma nella propria vita o che cerca di prendere il sopravvento dopo una lunga giornata di lavoro, il CBD è un’opzione potente e naturale.

Uno degli effetti più degni di nota che molte persone riferiscono è un notevole e piacevole miglioramento dell’umore, oltre a una profonda sensazione di rilassamento. Alcuni descrivono persino la sensazione di un’ondata di beatitudine e calma che scorre sul loro corpo – questo è coerente con gli effetti riportati che il CBD ha sui recettori 5-HT1A e degli endocannabinoidi.

Sebbene non sia ancora completamente compreso come funziona il CBD, ciò non ha impedito alle persone di provarlo da soli. Una cosa è chiara; a differenza di altre sostanze, non provoca dipendenza fisica e mentale.

 

Condividi l'articolo my friend :)

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email