emivita cbd
Redazione

Redazione

Per quanto tempo il CBD rimane nel corpo?

Nella sezione dedicata ai fattori che influenzano l’assorbimento di CBD abbiamo visto come la biodisponibilità del CBD varia a seconda dei casi.

Abbiamo visto che il modo migliore per ottimizzare l’assorbimento è quello di associarlo durante un pasto dove sono presenti grassi, e abbiamo visto come in soggetti sani con funzionalità epatiche nella norma il CBD sia più disponibile e capace di raggiungere il sistema endocannabinoide.

Ma per quanto tempo il CBD rimane nell’organismo umano prima di essere smaltito?

Emivita CBD

emivita cbdUna volta assunto, il CBD attraversa il tratto intestinale e viene trasportato fino al  fegato dove viene metabolizzato e scomposto in una varietà di composti utilizzabili dalle cellule.

Dopo l’elaborazione da parte del fegato, i metaboliti del CBD vengono trasportati in varie parti dell’organismo dove possono interagire con un’ampia varietà di recettori situati sui vari organi.

L’emivita (cioè il tempo necessario affinché un composto si riduca alla metà della sua quantità originale) precisa del CBD non ancora è chiara al 100% e si è visto che questa varia di persona in persona, ma in linea generale possiamo analizzare le prove cliniche che suggeriscono l’emivita del CBD di circa 2–5 giorni.

Bibliografia:

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/1666917/

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/2937482/

Condividi l'articolo my friend :)