come conservare l'olio cbd
Redazione

Redazione

Come conservare l’olio di CBD?

Finalmente ti sei deciso di acquistare uno dei nostri oli al CBD, e ora la domanda sorge spontanea: come si conserva l’olio CBD?

Questa non è assolutamente una domanda stupida in quanto tutti gli ingredienti che compongono il nostro olio sono di origine naturale senza conservanti aggiunti e pertanto hanno una data di scadenza e una modalità di conservazione appropriata per non far perdere le qualità del prodotto.

Considera che l’olio Cannabis Light District è composto da CBD naturale al 100% e da olio di semi biologico anch’esso completamente naturale. Non ci sono sostanze chimiche e pertanto i nostri prodotti non possono durare per sempre.

In condizioni ottimali di conservazione, i nostri prodotti hanno una durata di 3 mesi dall’apertura della confezione e 24 mesi dalla produzione.

Tuttavia, per raggiungere queste tempistiche dobbiamo prendere in considerazione 3 parametri che potrebbero ridurre la qualità del prodotto. Ci riferiamo a luce, temperatura e aria.

Come conservare al meglio l’olio CBD

come conservare l'olio cbdIl primo aspetto per conservare al meglio l’olio CBD è quello di tenerlo lontano da fonti luminose eccessive.

Nonostante i nostri flaconi siano ambrati impedendo di colpire direttamente il prodotto, la luce del sole è molto potente e capace di ridurre l’integrità del prodotto.

La radiazione solare è formata sia dalla luce visibile dall’occhio umano, sia da due componenti non visibili quali i raggi UV e raggi infrarossi. I raggi UV o ultravioletti sono raggi ad alta intensità che oltre ad essere nocivi per la pelle, contribuiscono anche alla degradazione del CBD e delle componenti dell’olio di semi di canapa in cui è disciolto.

Lasciare il flacone di olio CBD per lunghi periodi sotto la luce diretta del sole comporta un danneggiamento dell’olio che perde le sue proprietà curative.

Per proteggere l’olio di CBD dalla degradazione causata dal sole, si consiglia di conservarlo in un luogo buio riparato.

Il secondo parametro da tenere in considerazione nella migliore strategia di conservazione dell’olio CBD è la temperatura.

Si consiglia di conservare l’olio Cannabis Light District di CBD a temperature inferiori a 24°, temperature maggiori possono danneggiare le proprietà organolettiche del nostro prodotto.

Specialmente in estate si può conservare l’olio CBD direttamente in frigorifero. Il frigo è probabilmente uno dei luoghi migliori per conservare l’olio di CBD. Qui infatti troviamo un ambiente buio, con temperature stabili.

Le temperature inferiori non danneggiano il CBD, ma anzi aiutano a preservare i terpeni e i cannabinoidi essenziali contenuti al suo interno. Grazie al freddo si potrebbe verificare la separazione dell’olio, se ciò accade è sufficiente agitare il flacone.  Le basse temperature non danneggiano assolutamente la straordinaria efficacia del CBD.

Il terzo aspetto da tenere in considerazione per conservare al meglio l’olio CBD è la presenza di aria.

L’aria è una miscela composta da diversi gas tra cui i principali azoto e ossigeno. Specialmente quest’ultimo con le sue capacità ossidanti ha la capacità di ossidare il CBD e ridurne la qualità.

Pertanto è essenziale tenere l’olio CBD nei flaconi da noi forniti con chiusura ermetica che limita la presenza di aria. Aria comunque presente all’interno una volta aperta la confezione, per questo motivo il nostro prodotto mantiene tutte le sue qualità per 3 mesi dopo l’apertura.

Il flacone da 10 ml consiste in una terapia di circa un mese, se preso regolarmente non ci sono problemi di conservazione.

Condividi l'articolo my friend :)